Glam Food
Comment 1

Ragù veg primaverile

La primavera, il caldo, la gente che si muove la sera…
tutto questo mi risveglia e fa brillare di più la mia creatività, che spesso di riversa in cucina.
Come ad esempio questa ricetta che vi propongo oggi:
una pasta con ragù vegetale e ingredienti naturali che sapranno far godere le vostre papille gustative e non vi faranno sentire in colpa neanche per un attimo!

I sapori della terra

Leggero, saporito ed energetico, questo piatto si riassume in pochi e semplici elementi:
pomodorini di Pachino di prima scelta, rucola fresca, cipolla di Tropea d.o.p., macinato vegetale di soia, grana padano di alta qualità e pasta ruvida in formato radiatori che raccoglie tutti i sapori attraverso le sue fessure.
Il tocco magico?
Un pizzico di sale fatto in casa da me!

Pasta (radiatori): 70 g
Macinato vegetale (sostituibile con quello animale): 120 g
Rucola : 30 g
Pomodorini di Pachino: 80 g
Cipolla di Tropea: q.b.
Grana padano: q.b.
Sale fino fatto in casa (pepe nero, rosmarino, salvia, limone): 1 cucchiaino
Sale grosso: ½ cucchiaio
Olio evo: 2 cucchiaini

Tagliate a metà i pomodorini dopo averli sciacquati e asciugati, tagliate tanta cipolla quanto basta al vostro gusto e dividete gli anelli ricavati solo a metà. Mettete a bollire l’acqua della pasta con mezzo cucchiaio di sale grosso. In una padella contenente 1 cucchiaino da tè di olio preriscaldato, buttate la cipolla, facendo attenzione a non andare oltre al momento in cui imbiondisce: a questo punto aggiungete i pomodorini e alzate leggermente la fiamma, dando loro il tempo di appassire un po’ e aiutateli quindi con un mestolo dell’acqua bollente di cottura della pasta.
Nel frattempo, l’acqua della pasta sarà pronta per accogliere i radiatori: vengono pronti in 9 minuti e questo tempo vi basterà per finire di fare il resto (se sostituite il macinato con quello di carne fresco, calcolate il doppio del tempo). Aspettate a buttarli nell’acqua quando i pomodorini in padella saranno morbidi a sufficienza (dopo circa 7 minuti, quindi).
A questo punto, aggiungete la rucola in padella, e dopo 2 minuti anche il macinato. Buttate la pasta in pentola e girate sia il sugo sia la pasta di tanto in tanto.
Quando la pasta è pronta scolatela e buttatela in padella con il resto, aggiungete un cucchiaino di sale fino fatto in casa e cuocete a fiamma viva per 3 minuti continuando ad amalgamare.
Impiattate e aggiungete delle generose scaglie di grana.


DSC_0061

DSC_0062

DSC_0064

DSC_0065

DSC_0066

DSC_0067

DSC_0069

DSC_0070

DSC_0073

DSC_0076

DSC_0078


Mi sembra un’ottima idea per domani sera, che ne dite?
Fatemi sapere se voi avete mai realizzato un ragù speciale e se sì, come!
Sono curiosa di provare le vostre ricette 🙂

firma2


Contents and pictures are property of “It’s a Kind of Glamour” – All rights reserved

1 Comment

  1. Silvia Andrea (rambettina) says

    Prima di tutto ti ringrazio x le risposte su instagram. Sai che non ho mai mangiato i radiatori? Perché io preferisco le farfalle e i fusilli, mia mamma preferisce le mezze penne e gli spaghetti, mio papà le tagliatelle, insomma un casino e scendiamo sempre a compromessi, una volta x uno siamo contenti, e questi radiatori mai sentiti…la pasta che hai utilizzato è normale? Ti chiedo perché noi la stiamo provando integrale della barilla, e con i sughi più delicati, tipo pasta condita solo col tonno, si sente la differenza di sapore rispetto a quella non integrale, mentre fatta col pesto il sapore dell’integrale viene coperto dal condimento…comunque tu chiedevi se abbiamo delle ricette di sughi, le due che facciamo a casa mia sono semplicissime e gustose: 1) pomodoro, tonno e olive 2) pesto, mozzarella e pomodori pachino, tricolore, perfetta per gli eventi in cui gioca l’Italia, buona anche come pasta fredda. Sugo al pomodoro e pesto di quelli già pronti, non li ho mai fatti in casa e già pronti sono comodi e veloci.

Leave a Reply