Glam Life, Glam News
Comments 2

Il mio universo, le mie stelle

So che non è da me fotografare un oggetto in tutta la sua semplicità originaria, senza contestualizzarlo e senza personalizzarne la presentazione (spero che il vostro senso estetico non me ne voglia) ma questa volta mi sento proprio obbligata a lasciare che sia l’essenza stessa del messaggio che rappresenta ciò che colpirà maggiormente l’occhio.
O il cuore. Come è successo a me.

Quelli in foto sono dei regali che ho ricevuto questa mattina, inaspettatamente, da una ragazza che da sempre mi segue su Instagram e con la quale ho poi stretto amicizia su Facebook, una storia nata sui social che riesce però a prescindere e scavalcare le limitazioni di un mezzo freddo e che riesce a tirar fuori un sentimento genuino. Arriva nel momento più giusto, questo pacchetto, in un periodo costellato da picchi di felicità estrema che il sorgere di un nuovo sole sta portando nella mia vita, alternati ad altri di profonda e soffocante tristezza per il ricordo di due persone incredibili che se ne sono andate troppo presto perchè io avessi il coraggio e la prontezza di dir loro tutto ciò che sentivo, e che avrebbero compiuto rispettivamente 82 e 26 anni in questi giorni. Sono dei regali semplici, così tanto che diventano immediatamente quella scintilla di luce che ti fa scendere una lacrima di gioia. Tutte queste parole per dei biscotti e un cestino a forma di volpe? Sì, ragazzi, perchè non c’è regno più vasto di quello delle emozioni e Silvia è riuscita a farmici entrare con la forza di due parole scritte su una lettera e il pensiero analitico di chi osserva tutto di te e sa dove andare a colpire quando vuole renderti felice! È il genere di sorprese che amo, che ho sempre desiderato ma mai avuto. Pochi riescono a comprendere quanta bellezza si nasconda nel sorriso di una persona che accoglie nel proprio cuore l’affetto sincero di qualcuno. Io ci riesco, per fortuna.
E quando ho finito di leggere la lettera di Silvia, ho capito che lei è come me.
E allora la lettera è rimasta sul tavolo, mia madre è arrivata chiedendomi cosa fosse quel pacco. Quando ha visto la mia Volpe e le mie Stelle (e chi se ne frega, Silvia, se non sono esattamente le 501 milioni, 622mila e 731 del romanzo che mi salva la vita ogni volta), ha capito cosa stava provando e lo ha provato anche lei.
Scusate se oggi ho voluto fermarmi un secondo e aprirmi raccontandovi qualcosa di molto personale, ma credo che ci siano gesti al mondo che meritano assolutamente molta più rilevanza di qualunque altra cosa! Chi semina amore, raccoglie vita.

Se volete conoscere Silvia, la trovate su Instagram QUI.

firma2

2 Comments

    • Anonymous says

      Una sorpresa davvero incredibile, alla faccia di chi crede che l’amore si possa trovare solo in certi angoli del mondo…
      È ovunque!

Leave a Reply