L’omaggio al POMODORO di Soulgreen.

A Soulgreen è tempo di pomodori.
Quello che amo di più, di questo ristorante, è la possibilità che porta con sé di vivere ogni giorno una stagione diversa oppure, se preferisci, di prenderti il tempo di godere di un mese con il contagocce, riservandoti il diritto di assaporarne ogni sfaccettatura.

Ogni mese, un membro dello staff di cucina si dedica alla ricerca di un prodotto stagionale, a cui verranno poi dedicati due piatti speciali, uno per il pranzo e uno per la cena.
A giugno, la scelta è ricaduta su di lui, l’indiscusso re delle tavole italiane: il pomodoro.
Selezionato in diverse varietà, sicuramente la prima caratteristica che spiacca sarà il colore!
E’ una tavolozza variopinta, quella che pitturerà le tavole di Soulgreen: rossi, gialli, verdi… persino arancioni.
Ed è subito voglia di estate e di allegria!

A mezzogiorno lo chef proporrà una versione tutta vegana della classica pasta al pomodoro: noodles con pomodori misti, basilico fresco e aglio.
Non potete capire quanto sia stato difficile per me, che sono la responsabile comunicazione di questo ristorante, limitarsi a scattare fotografie senza allungare la forchetta e rubarne un po’ da assaggiare…
Del resto sapete quanto sono golosa!

Per la cena, invece, sarà un risotto il protagonista della specialità del mese.
La prima volta che l’ho visto, non ci sono stati dubbi sul nome con cui battezzarlo: Red and Yellow Tomatoes Risotto.
Servito con gli iconici fiori edibili che hanno sempre contraddistinto Soulgreen, viene disteso su un piatto piano ed è tutto da mangiare con gli occhi, prima ancora che con la bocca, perchè la sua semplicità rapisce lo sguardo e si fa subito percepire come una vera opera d’arte.E a voi, quale dei due piatti incuriosisce di più?
Io ho deciso: non è nella mia natura rifiutare qualcosa che arriva da una cucina, perciò assaggerò entrambi.

Testo, fotografia e food-styling
a cura di Micol Uberti