Sono nata sotto il segno del Capricorno, con ascendente Scorpione e luna in Bilancia.
Era il 22 dicembre 1989, ore 3.30 di un venerdì mattina gelido.
In quel preciso momento, tutto del mio destino era appena stato scritto.
Avrei adorato il cibo in ogni sua forma, avrei avuto un approccio piuttosto passionale nei suoi confronti e lo avrei presentato secondo un senso estetico che passava attraverso i miei occhi!
Il GUSTO – delle papille e delle pupille – , sarebbe stato l’ago della mia bussola e mi avrebbe guidato in moltissimi aspetti della mia vita. Dallo sfornare carrettate di muffin ai tempi delle serate brave ai tempi dell’università (quanto darei per rifarne una!), ai primi esperimenti di sughi e risotti “alla Micol”, al farne un lavoro a tutti gli effetti, innamorata persa di ogni aspetto del processo: ricetta, impiattamento, inquadratura, scatto. I limiti in cucina e in fotografia sono il più grande torto che si possa fare a sé stessi, ecco perché a me piace vedere e vivere queste esperienze a modo mio.
Imparo le regole per capire come reimpastarle assecondando la mia fantasia.
Ecco perché vi trovate in uno spazio che si chiama “Il Cibo secondo Micol“!
La mia reflex sarà sempre un po’ sporca di farina…
Preoccupatevi se notate il contrario!

Ho studiato inglese e francese al liceo (leggende lontane narrano che io abbia studiato anche tedesco, ma di questo non ho memoria!) per poi iscrivermi a Sociologia in Bicocca e successivamente a Mediazione Linguistica e Culturale in Statale. Ho fatto teatro, radio, giornalismo, marketing, molti sport, amo l’arte, amo la mia moto… Quante cose!
Eppure arriva sempre il momento di tornare a Casa.
E la mia Casa è… La mia cucina!

La passione per la fotografia e per il cibo mi hanno sempre accompagnata fin da ragazzina e così, dopo un po’ di frolle bruciate e un po’ di foto fuori fuoco, ho deciso di migliorare sia nell’una sia nell’altra. Ora sforno crostate a gogò e dopo aver frequentato un corso online in food photography e food styling, so anche come raccontarle in un set e attraverso l’obiettivo!
Fotografare, amando visceralmente il proprio soggetto.
In questo ho trovato la mia massima soddisfazione e l’espressione più ampia,

pura e sincera della mia creatività! 

1 commento

  1. Mi sembra un bel programma. Proverò a seguirti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: