Latest Posts

Rimettiamoci in forma con Zerbinati!

Bagordi, bagordi natalizi…
Quanto conosco bene queste due parole!
Non ho mai nascosto la mia golosità, ma adesso non ci sono proprio scuse per rimettersi in forma.
E allora cosa c’è di meglio di una settimana depurativa?

Siamo nell’era del cibo sano & gustoso

Non bisogna più pensare alle diete tristi insapore e monotematiche, anche perché la tendenza non è più quella di un regime drastico e temporaneo. Ormai lo sanno tutti che è meglio optare per uno stile alimentare sano, intelligente e duraturo! Complici anche le sempre maggiori informazioni sulla nutrizione, fruibili da tutti, e da aziende che si impegnano a passare questi messaggi. A breve ne vedremo molto presto una!
Ma qual è il segreto per cambiare stile di vita ma non mollare?
Innanzitutto è necessario essere onesti con noi stessi, nel bene e nel male.
Questo significa, da una parte, conoscere il proprio corpo e le proprie necessità ma anche la propria mente e i suoi punti deboli.
Per esempio, proporre a me una dieta ipocalorica senza nemmeno l’ombra di pasta o pane, equivarrebbe a fallire in partenza. Fortunatamente però, ora abbiamo a disposizione una scelta vastissima di cibo sano & gustoso che non ci lascia più la possibilità di accampare scuse!
Una volta individuato il problema, ascoltando il nostro organismo, sarà semplice trovare un nuovo equilibrio che soddisfi tutte le nostre esigenze!

Zerbinati e la guida di Remise en Forme

In questo caso è ottimo l’esempio di Zerbinati, Cucina di Famiglia, che propone un piano di una settimana per depurarsi, che offre però anche molti spunti per trovare benessere e allegria, mangiando naturale.
Vi è mai capitato di assaggiare i loro prodotti?
A me piacciono moltissimo, soprattutto i burger e le zuppe!
In ogni caso, se ve li foste persi, avrete sicuramente modo di darci dentro: offrono più 160 delizie!
Non pensiate che questo programma sia un semplice elenco di pasti consigliati, infatti è molto di più. E’ un menù studiato nei minimi dettagli insieme a Clelia Iacovello, farmacista e consulente nutrizionale nutraceutica.
E’ grazie alle conoscenze profonde delle due figure che è possibile trovare non solo una guida alimentare ma anche tante interessanti chicche da sfruttare tutti i giorni!
Ad esempio, lo sapevate che la curcuma (quella bellissima spezia in polvere ritratta nella mia foto insieme al flan di zucca Zerbinati) dà il meglio di sé quando viene associata al pepe nero? Insieme sono una bomba depurativa ed antiossidante.
Seguitemi su Instagram per saperne di più e nel frattempo… bon apetit!

Testo e fotografia a cura di
Micol Uberti

Anno nuovo, sfida nuova. Nel 2018 voglio piacermi!

E’ iniziato da pochissimo ed è per questo che non c’è tempo da perdere: questo duemilaCicciotto voglio che diventi presto un duemiladiciotto coi fiocchi!
Per farlo, la parola magica è semplice, nel mio caso. PALESTRA.
Ecco perché pochi giorni fa non ho esitato ad iscrivermi nella struttura di HelloFit Bollate.
 Più che una nuova avventura, si tratta di una vera e propria presa di coscienza.
Lo sport fa bene, non solo al corpo ma anche alla mente e all’umore!

Nel 2018 voglio piacermi

Ho smesso di fumare praticamente da un anno, con alti e bassi perché è un percorso tortuoso, e questo mi ha portato a prendere dei kg in più, come accade a tanti. 
Durante il 2017 ho visto il mio corpo cambiare e assumere una forma che non mi soddisfa più e così ho capito che era giunto il momento di cambiare.
Sì, perché anche la più piccola frustrazione diventa poi il tassello di uno stato di malessere più grande da cui voglio allontanarmi al più presto. 
Vi parlo con il cuore in mano, non voglio mentire a nessuno: rivoglio il fisico che sento mio per davvero, quello snello ma non troppo.
Voglio semplicemente essere il meglio di ciò che posso essere.

edf

Anno nuovo, sfida nuova

Salire su un tapis roulant dopo oltre un anno di inattività è strano, eppure dopo ogni passo il mio entusiasmo cresce sempre di più. Sono agli inizi e questo rende tutto più semplice, da una parte, soprattutto per un cuore intraprendente come il mio!
La novità, la scoperta dei propri limiti, la voglia di superarli… Lo so che ci saranno momenti meno stimolanti ma sapete cosa pensavo settimana scorsa quando sono uscita distrutta dal primo allentamento?
“Ehi, questo acido lattico me lo sono guadagnato!”.
Certo, il giorno dopo è stata dura fare anche le piccole azioni quotidiane, un crampo al braccio mi ha svegliata nel cuore della notte, ma sono contenta di non essermi fatta intimidire dalla prima difficoltà e di aver varcato la soglia della palestra due giorni dopo. Perché la mente entra in circolo virtuoso che fa stare bene e soprattutto fa recuperare una delle più grandi qualità dell’uomo che si sta perdendo piano piano: la capacità di credere in qualcosa.

Perché ho scelto HelloFit Bollate

Perché mi piace il loro spirito, il loro staff, la loro filosofia.
I personal trainer presenti in sala sono molto preparati, sanno gestire bene il controllo degli utenti e sono sempre disponibili ma mai soffocanti. Questo potrà sembrare un dettaglio irrisorio ma non lo è affatto. Trovare un allenatore che sa, al tempo stesso, motivarti ma rispettare i tuoi tempi è una gran cosa… 
Ci sono così tanti attrezzi e corsi, in queste palestre, che ammetto di non averli ancora scoperti tutti! Senza dubbio proverò presto una lezione di Kick Boxing, tra l’altro la prenotazione è semplicissima ed immediata perché si può effettuare direttamente dalla app! Ho sempre amato sfogare la mia energia con sport più “aggressivi” e fit boxe mi è rimasta nel cuore da anni… vedremo qui come sarà!

edf

Per il momento ho avuto un assaggio di cross fit: non avrei mai pensato di riuscire a fare squat con un bilanciere o di allenare le spalle con delle funi!
Ma è proprio questo il bello: scoprire sempre qualcosa di nuovo, per capire poi che l’attività fisica vera è ben lontana da una noiosa ripetizione meccanica di movimenti.
Spero che seguirete con passione la mia esperienza e i miei progressi, ci vediamo sul mio profilo Instagram con tanti aggiornamenti!

cof
edf
edf

Testo a cura di Micol Uberti
Fotografia a cura di Franca Bergamaschi

 

Una mansarda che fa sognare

Buon 2018 a tutti voi, cari lettori!
Spero sia iniziato bene e con tanta serenità, ma soprattutto spero che abbiate recuperato le energie necessarie per raggiungere i vostri propositi e realizzare i vostri sogni!

Io ne ho un bel po’ di desideri che vorrei tanto diventassero realtà, di alcuni ne ho già parlato sulla mia pagina Instagram (@micoluberti_official) mentre altri invece mi piace che, almeno per il momento, rimangano solo un sogno lontano, un rifugio mentale in cui andare quando ho bisogno di staccarmi dal resto del mondo per qualche minuto.
Chiudo gli occhi e mi vedo immersa in una bella strada parigina, con il profumo delle baguette appena sfornate che mi inebria e con la luce rosata delle prime ore del mattino che mi circonda. Mi vedo rientrare in quella che sarebbe la mia casa ideale, una bella mansarda ampia che dà sui tetti della città. Non lo so per quale ragione, ma i sottotetti hanno sempre esercitato un grande fascino su di me! Me la vedo già arredata con un gusto un po’ shabby chic e delle splendide finestre luminose Velux. Del resto sono loro i leader in questo campo e le loro soluzioni, oltre ad essere perfettamente funzionali, diventano anch’esse decorative, viste le varie opportunità di prodotti che offrono!
Credo che la magia delle mansarde risieda proprio in questo: data la loro particolare conformazione strutturale, anche pareti e soffitti diventano parte integrante dell’arredamento e non sono più relegate al solo ruolo di definizione degli spazi. Ecco perché, soprattutto nel caso in cui si voglia ristrutturare un sottotetto per poi affittarlo o venderlo, credo sia fondamentale la scelta delle finestre. La fortuna di poter avere luce naturale che arriva direttamente dall’alto o l’esigenza di rendere più ampio per gli occhi un ambiente che è più “limitato” a causa dei muri obliqui sono aspetti che possono essere affrontati con intelligenza e furbizia: vi faccio vedere le soluzioni che mi hanno colpita di più!

130640-01-XXL130974-01-XL130317-01-XXL130852-01-XXL130976-01-XXL117321-02-XXL

Testo a cura di Micol Uberti

Thanks-iloveimg-cropped


Natale: si parte! Serve un’assicurazione temporanea, presto!

Finalmente tra pochissimi giorni è Natale e prima ancora sarà il mio compleanno.
Lo passerò via da Milano, ma pur sempre in una casa di mia proprietà… Sogno sempre che prima o poi riuscirò davvero a festeggiarlo all’estero! Mi piacerebbe davvero tanto e ogni volta passo mentalmente a rassegna tutto quello che metterei in valigia, le persone che vorrei con me, persino quale assicurazione temporanea online scegliere, perché non si sa mai, ed io sono assurdamente previdente su tutto!
Non che questo mi eviti di dimenticarmi “dei pezzi” alle volte, naturalmente… Anzi, forse a volte mi concentro talmente tanto su una cosa, che nel frattempo me ne sfuggono altre tre da sotto il naso. Ecco perché nel mio caso è bene partire con tutte le garanzie del caso.
Volete saperne una? Per esempio, quando quest’estate sono andata in viaggio per lavoro, sono riuscita ad uscire serenamente per una giornata intera lasciando spalancata la porta finestra della mia camera, accessibile a tutti dal giardino esterno. In bella vista tutta la mia strumentazione: pc, reflex, caricabatterie ecc… Non oso pensare come l’avrei presa se mi avessero rubato tutto quanto! Sarebbe stato un bel danno.
O forse il danno sono io… ne combino davvero di ogni!
Effettivamente, ora che ci penso, sarebbe il caso di fare una bella assicurazione proprio sulla mia incolumità! Vivo nel mio mondo e metto a repentaglio la mia sicurezza senza neppure rendermene conto… o forse dovrei imparare a calcolare meglio i rischi.
Chi lo sa.
Per questa volta, comunque, a meno che non mi faccia prendere dell’euforia pazza dei festeggiamenti e inciampi rovinosamente da qualche parte e finisca nel lago, le feste le passerò tranquillamente nella mia amata Franciacorta. Mi manca tanto quel territorio magico, è più di due mesi che non ci vado e mi sento privata di un qualcosa che ormai fa profondamente parte di me.
La mia casetta colorata, i miei tramonti lenti, i miei pensieri (quelli belli e quelli brutti) gettati nell’acqua su cui scivolano pigramente anatre e cigni… Non vedo l’ora di partire!
Lì mi ricarico, rinasce la mia fantasia, tutto è ispirazione e fonte di energia!
Ho ancora tutto da preparare, perché sono arrivata un po’ all’ultimo con l’acquisto dei regali di Natale che avevo programmato, ma il mio entusiasmo non calerà certo per questo! Ci vediamo allora su Instagram (@micoluberti_official) per festeggiare insieme!

Testo a cura di Micol Uberti

Thanks-iloveimg-cropped

Buone Feste!

Out of Office : un weekend romantico a Losanna

L’amore. L’amore siamo abituati a percepirlo solo tra persone o tra esseri animati, eppure… eppure a volte ci arriva anche da qualcosa apparentemente privo di anima. Un palazzo, una pietra, una città.
Losanna è così, ti fa innamorare e ti mostra prepotentemente quanto, questo sentimento, la faccia da padrone tra le sue strade, tra le architetture antiche e quelle più moderne, tra le quali non c’è astio, non c’è invidia, ma solo una inspiegabile sintonia.

ooo losanna UBERTI città4

Benvenuti a Losanna

La Svizzera è un Paese che conosco poco, devo dire la verità.
So che ci sono stata da bambina, insieme ai miei genitori, perché ci sono album di vecchie foto che me lo ricordano, però ne ho poca memoria, e così sono “approdata” in questa terra straniera con tanta curiosità e pochi pregiudizi.
La prima cosa che si nota, appena si arriva a Losanna, capitale del Cantone Vaud, è che è una… città multistrato! Tra la torre più alta della splendida Cattedrale gotica e la riva del lago Lemano, sono svariati i livelli di strade, ponti e viottoli che si intrecciano tra loro.
E’ un’aria romantica, morbida, rilassata, quella che si respira qui: deliziosi scorci tradizionali, come Place de la Palud con al centro il bellissimo Municipio con pluviali a drago, si alternano a elementi del presente e del futuro, come il quartiere artistico e giovane del Flon, a pochissime fermate della metropolitana più in là.
Dedicare una manciata di ore fugaci alla visita della città sarebbe veramente un peccato, perché ha tanto da offrire e tanti modi di emozionare, tuttavia sa essere magica in ogni suo centimetro quadrato e diventa, così, una meta particolarmente indicata per un weekend romantico non molto distante dall’Italia.

sdrooo losanna UBERTI cattedrale1mde

Non limitatevi a guardare la cattedrale, ma concedetevi due passi nel suo piazzale: oltre ad intravedere l’antica Accademia di teologia protestante, potrete godere di un panorama mozzafiato di tutta la città fino all’orizzonte.

screen da instagram UBERTI accademiaooo losanna UBERTI città1

Anche la zona di Ouchy, conosciuta in quanto sede del Museo Olimpico, è incantevole…

ooo losanna UBERTI città9ooo losanna UBERTI città6ooo losanna UBERTI città7ooo losanna UBERTI città5ooo losanna UBERTI città8ooo losanna UBERTI città11ooo losanna UBERTI città10

…ma anche le zone più nuove e bizzarre hanno il loro fascino!

ooo losanna UBERTI flonooo losanna UBERTI città3

Non perdetevi assolutamente…

…la degustazione di birre artigianali da Les Brasseurs, possibilmente dopo una bella visita al nuovissimo acquario e vivario Aquatis! Un racconto reale e vivo delle creature di acqua dolce, sia della fauna locale, sia dal mondo più lontano.
Come ad esempio la mascotte: il drago del Komodo vi aspetta lì.

ooo losanna UBERTI aquatis1ooo losanna UBERTI aquatis2ooo losanna UBERTI città12

Provate questo albergo!

Io ho soggiornato qui e mi sono trovata splendidamente: l’Hotel de la Paix ha una cura impeccabile per tutti i dettagli e per gli ospiti.
Molto comodo per via della posizione centrale, consente di spostarsi comodamente a piedi ed è vicinissimo alle piazze più suggestive della città. Anche fare due passi la sera, dopo cena, sarà un piacere e si potrà vivere senza dover organizzare tutto in anticipo!
E poi, se avrete la fortuna di avere un balcone come l’ho avuta io, la vista è semplicemente incredibile.

cofooo losanna UBERTI stanza1ooo losanna UBERTI stanza2screen da instagram UBERTI tramonto

E fermatevi a mangiare qui!

Se anche voi, pensando alla Svizzera, visualizzate automaticamente dentro di voi montagne di cioccolato, allora siamo sulla stessa lunghezza d’onda!
Nonostante i miei sforzi, non sono riuscita a capire dove si trovi la casa del signor Lindt, però ho trovato un posticino che realizza dei tartufi davvero eccezionali e in cui ho avuto la fortuna di fare una bella degustazione: la Chocolatière è un’istituzione in città dal 1970, pensate che i clienti se ne innamorano così tanto che… una di questi è addirittura diventata l’attuale proprietaria!

screen da instagram UBERTI ristorante3

Se invece avete intenzione di fare tappa nel Museo Olimpico di cui vi parlavo prima, scelta che consiglio di fare anche perché ha un approccio molto innovativo all’argomento che tratta e nella parte finale il visitatore è invitato a mettersi alla prova in prima persona, vi sarà poi necessario fare un bel brunch caldo in un ambiente moderno e accogliente! Ecco perché vi suggerisco di prenotare preventivamente un tavolo al TOM, il bistrot del museo stesso. Anche con il tempo grigio, come quello che ho trovato io, la vista dalle ampie finestre è pazzesca e il cibo è davvero buono!

cof
ooo losanna UBERTI museo1sdrscreen da instagram UBERTI ristorante2

Per un piatto tradizionale, invece, è senza dubbio il Café du Grutli la scelta più indicata, ma di questo ne parleremo nel prossimo appuntamento qui sul blog…

ooo losanna UBERTI ristorante1.jpg

Una dritta? Lasciamoci così, per il momento: se volete spostarvi più agevolmente e in maniera più celere, acquistate la Transport Card. In questo modo potrete raggiungere velocemente tutti i punti della città e le incantevoli zone dell’hinterland!

Un grazie particolare a…
Lausanne Turisme
YNot (trolley)
Ottaviani bijoux (bracciale in smalto con gufo)
Kiabi (giaccone, maglione beige)
Lesara (maglione nero e gold)

Testo e fotografia
a cura di Micol Uberti

Thanks-iloveimg-cropped

Losanna e quel periodo dell’anno in cui si riaccendono le stelle

Ci sono tanti buoni motivi per andare a visitare Losanna e se mi conoscete bene, ormai, sapete che presto ve li racconterò tutti.
Ma tenendo conto del tempo che passa, sicuramente quello che merita di essere segnalato per primo è lo spettacolo del Bô Noël, fatto di luci, profumi, sapori e divertimento.
Durerà fino al 31 dicembre e sarà pronto a stupirvi: questo festival nasconde in sé la doppia anima della città. La tradizione viene infatti rappresentata attraverso canali moderni, materiali inusuali e innovativi come le bottiglie in PET che vanno a creare un meraviglioso rosone luminoso, emblema delle installazioni di Lausanne Lumières e richiamo diretto alla cattedrale gotica che torreggia imperturbabile sui quartieri sottostanti.

mde
cof

Non che i rimandi al legame viscerale della città con i giochi olimpici diano meno spettacolo… I cerchi luminosi che fanno da tetto ad una delle vie del centro più battute, accompagna turisti e locali in un tripudio di colori che si alternano e susseguono nella notte.

sdr

Non perdetevi Losanna in questo periodo, perché lì è giunto il momento di riaccendere le stelle!

lausanne lumiere INT

Testo e fotografia
a cura di Micol Uberti

Thanks-iloveimg-cropped

 

CityLife Shopping District: è qui l’unico Nashi Salon del mondo!

Milano, 30 novembre 2017Un nuovo concept, un nuovo distretto commerciale, una nuova era. Si apre oggi a Milano, in zona Fiera, il CityLife Shopping District e con esso nasce una novità mondiale: il primo Nashi Salon si trova proprio qui!

nashiblog4

Curato nei minimi dettagli dagli architetti che si sono occupati dell’ambiente, a primo acchito ha tutte le sembianze di un semplice store, ma nasconde una splendida sorpresa dietro il muro divisorio: si tratta di un salone di bellezza, completamente studiato su misura nei minimi dettagli, in cui esperti professionisti sapranno prendersi cura delle chiome delle clienti donando loro lucentezza e forza grazie a cinque differenti servizi.
L’obiettivo sarà dunque quello di prolungare l’esperienza Nashi tramite la cura del capello, proponendo così effetti luce, colore e piega.

nashiblog7
nashiblog12
nashiblog2

Non si pensi, però, che questo luogo è dedicato esclusivamente ai capelli!
Si possono trovare infatti, nell’area retail, anche tutti i prodotti pensati per il corpo e le mani. Alcuni di essi, sono già disponibili anche nella loro veste natalizia.

nashiblog10
nashiblog8.jpg

nashiblog11

La Christmas Box celebra tutti i punti vendita in Italia e lo staff che accoglie le #NashiLovers

Come non innamorarsi di questo salone meraviglioso in cui aleggia un profumo intenso e caldo di argan in ogni stanza?

nashiblog9.jpg
nashiblog3
nashiblog5
nashiblog6
nashiblog1

Avete voglia di conoscere il Nashi Salon? Allora segnate in agenda di non perdere il party che daranno domenica 3 dicembre all’interno del CityLife Shopping District.
Have fun!

nashiblog13

Fotografia e testo
a cura di Micol Uberti

Thanks-iloveimg-cropped