All posts tagged: food

Pranzo gourmet con Quomi : penne di lenticchie rosse con ragù di pollo.

Cucinare mi piace. Mangiare mi piace. Che novità, eh? In effetti è un aggancio un po’ scontato per iniziare un articolo! Quello che non sapete (forse) è che mi piace anche vivere nel mio mondo ideale in cui io rimango spalmata sul divano, per quel poco tempo che posso farlo, e tutto ciò che desidero giunge a me in uno schioccar di dita. Troppo facile, un sogno un po’ snob! E invece no. Cosa c’entrano queste tre premesse da sole? C’entrano, perché sono ciò che mi ha fatto scegliere il mio pranzetto di oggi. Quomi, gli ingredienti direttamente a casa tua La comodità è una gran cosa e spesso il cibo pronto è un grosso aiuto, ma dobbiamo anche ammettere che toglie al momento del pasto una peculiarità fondamentale: il momento creativo del preparare il piatto. Non vi è mai capitato di sperimentare aggiungendo una spezia in più, di assaggiare un impasto intingendo il dito nella ciotola, di godere del profumo che riempie casa durante la cottura di un sugo? Sono tutte emozioni che si …

Fertuna Collins, il sapore del mio weekend

Ma ci avete fatto caso che la parola “Venerdì” inizia proprio con una lettera che somiglia tanto a una coppa da drink? Questo mi fa pensare subito alle serate che rallentano il ritmo, al cocktail che non assume più il ruolo di compagno di appuntamenti di lavoro ma diventa un mezzo per rilassarsi, per distendere i muscoli e tirare un sospiro di sollievo. Perché la settimana è finita ed è tempo di brindare ai successi ottenuti. L’importante è l’equilibrio In tutto, ma soprattutto nella preparazione dei drink. Basta sbilanciarsi con proporzioni azzardate e cambia completamente il sapore, non si gode appieno del modo in cui aromi si abbracciano! Per ottenere un Fertuna Collins morbido, che accompagna il palato nell’esperienza della bevuta e non disturba con faticosi picchi di amarezza o acidità, è necessario rispettare le dosi: 40 ml di Fertuna Vermouth Etrusco nero 50 ml di Rose Lemonade  2 cucchiaini di zucchero liquido lime Il weekend in un bicchiere Gioioso, caldo, avvolgente: bisogna proprio dirlo, questo cocktail riassume tutte le caratteristiche del weekend. E’ ristoratore, …

Il giorno del mio compleanno

Sono nata il 22 dicembre. Ci pensate? Ho appena 9 giorni di relax, prima di sentirmi dire che sono già nell’anno in cui ne compio uno in più. Da una parte se ci penso mi fa ridere, dall’altra mi rendo conto di quanto veloce scorra il tempo… mi sembra ieri il giorno in cui soffiavo su 28 candeline e invece sono passati già quasi due mesi! Non sono neppure riuscita a raccontarvi come ho passato il mio compleanno, cosa ho mangiato di buono, che sorprese ho ricevuto… Ecco, oggi sono qui per recuperare. Una tavola gourmet Diciamolo, una tavola imbandita con aperitivi, stuzzichini, delizie da mangiare e da bere, merita un po’ di riguardo! Merita rispetto la bontà della Mortadella Bologna IPG con cui abbiamo iniziato il pranzo, tagliata a fette spesse e successivamente scontornata con le classiche formine di Natale… una magnifica consolazione per chi, come me, non ce la fa proprio a non bruciare i biscotti in forno. E non è neppure così grassa come si pensa… Il brindisi? A dispetto del territorio …

Gramsci & Co : un goloso nuovo inizio!

Mi piace iniziare il lunedì con una novità! Rende la settimana più interessante, no? E allora lo spazio di oggi, sul blog, lo dedico a qualcosa che sta nascendo: sto parlando della mia nuova esperienza come social media manager per il carinissimo locale Gramsci & Co di Bollate (Milano). Accogliente, moderno ma con un occhio di riguardo per pezzi d’arredamento dal passato, con le sue sedie alte trapuntate, i fiori freschi sui tavoli e lo staff cordiale, dà proprio l’impressione di essere come a casa propria. Poi, che ve lo dico a fare… se mi conoscete sapete che io vado solo dove si mangia bene! E infatti da Gramsci & Co si possono trovare tanti sandwich e toast deliziosi, con possibilità di asporto, fatti con prodotti freschi e genuini. L’aperitivo c’è tutte le sere (da lunedì a sabato, domenica è chiuso) e la colazione è un gustoso momento della giornata che vede sulla tavola donuts, brioches di pasticceria e cappuccini fumanti pronti a donare un po’ di buon umore anche quando la sveglia suona troppo …

Friggiò Milano: la pausa pranzo deliziosa che mancava!

Quanto mi piace farvi venire l’acquolina in bocca…  Oggi parliamo di fritto! Lo so, lo so: state già pensando a qualcosa di pesante, eccessivamente unto, che non è certo l’ideale per una pausa pranzo. Beh, pensate forse che io non sia qui proprio per smentirvi? Non tutte le friggitorie sono uguali e Friggiò, che ha aperto da pochissimi mesi in via Pacini, 34 a Milano, proprio dietro alla facoltà di Architettura del Politecnico, è decisamente una mosca bianca in questo campo: la loro strumentazione, infatti, è di nuovissima generazione, grazie alla quale i cibi che preparano sono buonissimi ma molto leggeri, conservano il sapore del prodotto d’origine e non ungono, diversamente da quanto si possa pensare! Mentre ero nel loro punto vendita ho visto gente entrare, prendere un piatto giusto per fare un rapido spuntino e poi chiederne un’altra porzione. Ce n’è per tutti i gusti e l’attenzione di Simona e Stefano è sempre rivolta verso la novità e la selezione delle proposte in base alla stagione: gustare delle polpette di pollo e chili dolce …

Pausa pranzo a Milano: dove si va?

Vi siete stufate della pausa pranzo passata in ufficio, con un panino tra le mani e davanti allo schermo del pc in stand-by? ERA ORA! A Milano c’è letteralmente un mondo (di cibo) da scoprire, con tante proposte allettanti che non aspettano altro che sedurre le vostre papille gustative. Io sono una mangiona e una gran golosa, sempre pronta a provare nuovi ristoranti e nuovi piatti, così ho pensato di suggerirvi quelli che mi hanno colpito maggiormente negli ultimi sei mesi…  Da Zero : #CilentoeMeNeVanto Dove si trova? Esattamente QUI, ovvero in via Bernardino Luini, 9 (MM Cadorna) Cosa si mangia? Pizza, pizza e ancora pizza! Ma quella vera, però, quella buona, dove l’impasto ha il profumo del legno utilizzato nel forno, gli ingredienti sono praticamente tutti provenienti da presidi che garantiscono una qualità eccellente e le birre (artigianali) sono eccezionali. Se non vi bastano questi motivi, vi posso dire che lì ho assaggiato anche degli antipasti eccezionali e il personale vi accoglie come se foste a casa. Avrete proprio l’impressione di sedervi a tavola con …

Out of Office : incredibili Langhe

Quando scopro certi posti, penso e ripenso che è proprio vero quando si dice che spesso facciamo l’errore di esplorare il mondo ma ci dimentichiamo delle bellezze che abbiamo vicino, certi del fatto che in questo modo potremo andarci quando vogliamo. Mi sono bastati due giorni e mezzo nelle Langhe per rifletterci su. Qui ho trovato una grande ospitalità, a dispetto di quanto si dice riguardo la fredda accoglienza del Nord, ho trovato semplicità e meraviglia. Benvenuti nelle Langhe Lo ammetto con un po’ di vergogna, è una zona che non avevo mai visto prima d’ora: le immense distese di vigne, cariche di grappoli e di verde, abbracciano tutto il territorio e accompagnano l’occhio fino all’orizzonte, senza stancarlo mai. Quella che ci ha accolto e la parte della Bassa Langa (sì, gente del posto ne parla al singolare!), ovvero quella di Alba, Roero, Monferrato, dove i vini ed i tartufi sono tra i simboli culinari più rinomati in tutto il mondo. Sapete che è una regione storica inclusa nella lista UNESCO dei beni del patrimonio …

L’Étoile del mondo food? Si trova sul lago d’Iseo

Che a me piaccia fotografare cibo, è ormai cosa nota a chi mi segue da tempo sia sul blog sia sul mio profilo Instagram, ma devo ammettere che dopo anni che mi dedico a questa passione, comincio a capire che la riuscita di una fotografia è data per l’80% dal piatto ed il restante dalle mie capacità. Non perché siano scarse, ma perché è proprio il cibo che mi ispira, se manca la scintilla d’amore tra me e il soggetto dei miei scatti, non verranno mai bene come vorrei. Ho trovato un posto che ha saputo affascinare i miei occhi e ammaliare le mie papille gustative, un luogo in cui l’eccellenza non si trova solo nelle materie prime impiegate per la preparazione dei piatti del menù, ma anche nel personale che è instancabilmente appassionato, preparato, presente ma discreto e leggero come una piuma al tempo stesso. L’Étoile è questo posto delle favole, e del resto non poteva che essere proprio lui, essendo il ristorante di un relais che si chiama Podere Castel Merlo. Qui tutto …

DragonFruit, ma quanto sei bello?

Sul mio profilo Instagram è comparso qualche pubblicazione fa in veste di “buongiorno” e tante di voi sono state catturate dalla sua naturale bellezza. Una buccia dal colore intenso, una polpa dalle fattezze molto minimal e una forma insolita che suscita la curiosità di chi lo osserva e a cui viene appunto in mente il manto frastagliato di un dragone… Io non sono diversa da voi e quando lo vidi tempo fa su Google me ne innamorai, partendo così alla ricerca di questo frutto (il cui nome vero è pitaya) dalle infinite proprietà benefiche. Tanto per dire… combatte il cancro è una miniera di vitamina C, B1, B2 e B3 è antiossidante è ricco di minerali combatte lo stress e il nervosismo combatte ritenzione idrica e cellulite FA DIMAGRIRE! (Nessun miracolo, semplicemente ha pochissime calorie e ha molte proprietà che incidono direttamente sulla possibilità di bruciare quelle in eccesso che risiedono all’interno del nostro corpo). E allora, insomma, fatte tutte queste premesse, mi è sembrato d’obbligo dedicargli qualche scatto e due righe scritte, visto che …

SOULGREEN. Quando si può essere incisivi anche senza tagliare.

Si può essere incisivi anche senza tagliare. Testo a cura di Franca Bergamaschi Strana affermazione per essere riferita ad un ristorante, lo so, ma credetemi: non è solo un modo di dire per il fatto che ai tavoli non troverete nulla che tagli (ai vegani non servono i coltelli in effetti), ma anche per l’eleganza shabby chic del luogo, la compostezza del personale, presente senza essere invadente. Un insieme che ti lascia dentro in maniera incisiva una sensazione di relax e che ti porti dietro anche una volta che esci da Soulgreen. Gli spazi grandi e con ampie vetrate hanno muri che sembrano abbandonati (volutamente) all’usura del tempo, eppure trasmettono calore, accoglienza. Nulla a che vedere con l’immagine austera che doveva esserci prima, quando quel luogo ospitava una banca. Gli arredi sono opere di riciclo artistico, come gli appendiabiti in pezzi di legno che si scompongono, o le lampade ricavate da piatti, brocche e bicchieri di vetro rivisitati in nuove forme. “L’anima green” del suo nome pervade ovviamente tutte le pareti, con i colori della …