All posts tagged: italy

Out of Office : incredibili Langhe

Quando scopro certi posti, penso e ripenso che è proprio vero quando si dice che spesso facciamo l’errore di esplorare il mondo ma ci dimentichiamo delle bellezze che abbiamo vicino, certi del fatto che in questo modo potremo andarci quando vogliamo. Mi sono bastati due giorni e mezzo nelle Langhe per rifletterci su. Qui ho trovato una grande ospitalità, a dispetto di quanto si dice riguardo la fredda accoglienza del Nord, ho trovato semplicità e meraviglia. Benvenuti nelle Langhe Lo ammetto con un po’ di vergogna, è una zona che non avevo mai visto prima d’ora: le immense distese di vigne, cariche di grappoli e di verde, abbracciano tutto il territorio e accompagnano l’occhio fino all’orizzonte, senza stancarlo mai. Quella che ci ha accolto e la parte della Bassa Langa (sì, gente del posto ne parla al singolare!), ovvero quella di Alba, Roero, Monferrato, dove i vini ed i tartufi sono tra i simboli culinari più rinomati in tutto il mondo. Sapete che è una regione storica inclusa nella lista UNESCO dei beni del patrimonio …

Out of Office : un weekend in Toscana

Si mangia da Dio, nella sua provincia si trova l’unica “piazza d’acqua” esistente e lo sguardo può sconfinare nei suoi immensi paesaggi soleggiati: c’è bisogno di qualche altro buon motivo per andare a Siena? Passare un weekend all’insegna del benessere a trecentosessanta gradi non è certo difficile qui: io ho deciso di partire per questa splendida destinazione settimana scorsa, a bordo della piccola ma molto capiente Lancia Ypsilon Unyca, per scoprire i luoghi più affascinanti da suggerirvi se voleste prendervi una pausa di evasione dalla routine dell’ufficio. Il primo albergo ad accoglierci è stato l’antico borgo de La Bagnaia, un magico agglomerato di case riadattate ad hotel de charme della catena Hilton, Curio collection, nelle campagne senesi, così tanto esteso da dover richiedere l’intervento dello staff che accompagna i visitatori a bordo di comodi caddy, presi in prestito dall’adiacente campo da golf facente parte della struttura, per raggiungere reception, camere e la sontuosa Buddha Spa, a 2 km di distanza. Purtroppo, al nostro arrivo, il cielo era un po’ indeciso, ma questo non ci ha …

Nespresso a Vinitaly: quando il caffè si serve in calice… e si mangia!

Andare a Vinitaly e bere solo caffè. Sì, lo so che sembra il colmo, soprattutto per me poi, che amo il vino e lo dico apertamente… però a volte bisogna saper accogliere le novità e le diversità, che poi è sempre ciò che ci arricchisce di più. Un brindisino con prosecco e sciroppo aromatico (al mango per me) ci è scappato, dal momento che oggi è il compleanno della Franca, ma poi ci siamo esclusivamente dedicate al mondo Nespresso. Tutta mattina a bere espresso a non finire? Naturalmente no! Però chi avrebbe immaginato che potesse essere una bevanda da pasteggio esattamente come il vino? Provate ad aprire la mente e ad immaginare un nuovo modo di consumare il caffè… Fantasticate, provate a pensare come starebbe bene in un contesto salato. Non ci riuscite proprio? Nessun problema, è già intervenuto Andrea Berton, rinomato chef che ha fatto guadagnare due stelle Michelin nel 2008 e 2009 al Trussardi alla Scala. Lui ha preso il caffè e ne ha fatto risotti e capesante. Detta così suona male, magari, …

Manolo Blahnik – The Art of Shoes

Se siete tra quelli che pensano che le scarpe servano semplicemente per camminare, avete tempo fino al 9 aprile per ricredervi. E non parlo sia a uomini sia a donne a caso: la mostra The Art of Shoes che ha luogo a Milano fino alla data sopra citata e che comprende anche parecchi disegni e bozzetti di progettazione, è proprio uno spettacolo che non ha che fare solo con la proverbiale fissazione di noi femminucce per le scarpe, è qualcosa che va ben oltre le sole linee e moda. Si parla di cultura, di Italia e di arte. Manolo Blahnik, stilista spagnolo autore e creatore di tutte le opere esposte, è infatti da sempre legato visceralmente al nostro Paese, tanto da lasciarsi influenzare in maniera più che evidente nei suoi prodotti. La meravigliosa cornice delle sontuose sale di Palazzo Morando rendono poi l’atmosfera ancora più ricca di sfarzo e ricerca di stile, lasciando a bocca aperta gli spettatori più di quanto avrebbero pensato. Per informazioni consultare http://www.arthemisia.it/ Fotografia a cura di Micol Uberti

Rèsina Style Bag

Ci sono persone che riescono a rinunciare al comfort per cedere il passo allo stile, o viceversa. Voi lo fareste? Io no! Sarò forse pretenziosa, ma la parola “rinuncia” a me proprio non va giù. Quello che voglio… me lo prendo! Lo so che non è semplice, spesso, unire la bellezza di un capo o accessorio alla comodità, ma credo anche che in un campo così vasto come quello in cui lavoro io, una caratteristica necessaria sia il saper osservare e ricercare. Sempre. In fin dei conti chi non ha più curiosità cerca piano piano di invecchiare e io non voglio essere così! Mi piace fare domande, scoprire, scovare novità e non accontentarmi mai di ciò che è banale. Quando un oggetto ha qualcosa da raccontare, me ne innamoro subito, forse perché è un po’ come me, che posso sembrare una ragazza come tante ma ho vissuto mille esperienze nella vita che ho una gran voglia di condividere con chi incontro! Rèsina è uno di quei brand che si avvicinano molto a questa filosofia. Perché è …

AirDP: occhio al design!

Credo che a breve il mio pc esploderà. Sono un continuo ridurre pagine a icona, aprire programmi per sistemare le fotografie, mandare e ricevere email, creare file di testo per le bozze degli articoli e preparare il calendario per la Fashion Week di fine febbraio. Eh già, perché si sta avvicinando anche quel momento e anche se per chi non lavora in questo settore sembra cosa da poco e sembra che io stia partendo in largo anticipo a pianificare tutto… la verità è che, al contrario, sono in ritardo e comincio a fondere dopo un po’ che immagino look e organizzo collaborazioni. Oggi è una di quelle giornate in cui metto piede fuori dall’ufficio (meno male che ce l’ho in casa!) solamente per portare Heidi a fare i suoi giretti giù al parco. Ma non mi dispiace, è un periodo di grande fermento, ci sono tanti progetti da portare avanti e la mia scrivania mi sembra vivace, più che incasinata. Sicuramente il sapere che non mi verrà mal di testa questa sera, dopo ore passate …

La Pecora Nera: gelaterie fuori dal gregge.

Se il mio amato Piccolo Principe avesse chiesto a me di disegnargli una pecora, probabilmente sarebbe stata così: …e sicuramente lui avrebbe sindacato, dicendo che era troppo nera e troppo strana. Sarebbe stato a quel punto che lo avrei preso per mano e lo avrei accompagnato in un posto speciale, dove la dolcezza di ogni dettaglio avrebbe cambiato la sua idea. Dove lo avrei portato? In una delle gelateria della catena La Pecora Nera, naturalmente! Ve ne ho parlato proprio ieri sulle mie Instagram Stories (profilo @micoluberti_official) perché ho passato la pausa pranzo nel loro punto vendita di Sarnico, sul lago d’Iseo, ed ora voglio condividere con voi le mie foto e soprattutto i motivi per cui mi è piaciuto moltissimo scoprire il loro brand! Innanzitutto, stiamo parlando di gelati naturali, in cui il sapore dei singoli ingredienti è inconfondibile (e non solo nel caso di gusti pazzi come il gorgonzola! Eh sì, avete letto bene…). Io ho scelto una coppetta con dulce de leche, cheesecake al lampone e menta bianca. Uno più buono dell’altro! Un …