All posts tagged: luxury

Out of Office : un weekend in Toscana

Si mangia da Dio, nella sua provincia si trova l’unica “piazza d’acqua” esistente e lo sguardo può sconfinare nei suoi immensi paesaggi soleggiati: c’è bisogno di qualche altro buon motivo per andare a Siena? Passare un weekend all’insegna del benessere a trecentosessanta gradi non è certo difficile qui: io ho deciso di partire per questa splendida destinazione settimana scorsa, a bordo della piccola ma molto capiente Lancia Ypsilon Unyca, per scoprire i luoghi più affascinanti da suggerirvi se voleste prendervi una pausa di evasione dalla routine dell’ufficio. Il primo albergo ad accoglierci è stato l’antico borgo de La Bagnaia, un magico agglomerato di case riadattate ad hotel de charme della catena Hilton, Curio collection, nelle campagne senesi, così tanto esteso da dover richiedere l’intervento dello staff che accompagna i visitatori a bordo di comodi caddy, presi in prestito dall’adiacente campo da golf facente parte della struttura, per raggiungere reception, camere e la sontuosa Buddha Spa, a 2 km di distanza. Purtroppo, al nostro arrivo, il cielo era un po’ indeciso, ma questo non ci ha …

L’inaspettato a due passi da casa

Ok, non siamo andate molto lontano da casa in questo primo viaggio, ma forse era giusto fosse proprio così. Ha avuto inizio un percorso, che ci e vi porterà a scoprire l’Italia e non solo, e allo stesso tempo è stata una sorpresa. E se un resort riesce a sorprenderti dove già conosci quasi tutto, se a ridosso di una strada anonima e brulicante di veicoli commerciali riesce a coccolare l’ospite creando un’atmosfera ovattata che chiude il traffico fuori dal portone… allora significa che ha fatto centro! Podere Castel Merlo si trova a Villongo (Bg) ed è contemporaneamente vicinissimo all’uscita dell’autostrada e al lago d’Iseo, ma i suoi 18 ettari di vigne ti ricordano anche quanto sia confinante con Franciacorta a cui si fonde la Valcalepio. I corridoi di questo edificio fortificato del XIV secolo, su cui sono ancora impressi affreschi originali, ci accompagnano con eleganza dall’imponenza dei secoli passati alla modernità di un relais di lusso, sotto l’occhio vigile di George Clooney e Catherine Zeta Jones che ammiccano dai quadri accanto alla reception. Il bello, …

OrioCenter e le sue novità al Mandarin Oriental di Milano

OrioCenter e le sue mastodontiche novità Un tempo avrebbe potuto sembrare un accostamento azzardato, abbinare il nome di un centro commerciale e quello di un albergo di lusso. Ormai però, questi centri, assumono sempre più le sembianze di vere e proprie gallerie dello shopping, con brand che spaziano dalla grande distribuzione all’alta gamma, dove ci si reca non solo per fare acquisti necessari ma anche per passeggiare, prendere un aperitivo, cenare e addirittura godersi un film. Credo sia questo il concetto che ha fatto sì che venisse scelto il Mandarin Oriental come luogo per presentare alla stampa il nuovo OrioCenter che, ampliato di 35 mila m², diventa il primo shopping mall in Italia ed uno dei più grandi in Europa, arrivando a 280 nuovi negozi, tra cui oltre 50 bar e ristoranti, un hotel  e 14 sale cinematografiche. Sapete che la sala Imax ha lo schermo più largo d’Europa? Mandarin Oriental: una cornice d’incanto La conferenza stampa ci accoglie in uno degli alberghi più lussosi di Milano, il Mandarin Oriental, al confine fra Brera e …

Negozi Pellizzari: un pomeriggio di shopping con me!

Avete presente quei giorni in cui l’unica cosa che vorreste fare è darvi allo shopping folle e non pensare ad altro se non a giocare con stili, colori, forme e tagli di abito? A me, ovviamente, capita molto spesso. Molto. Certo a volte girare per ore per le vie di Milano oppure in un centro commerciale può essere stancante, soprattutto se la concentrazione è massima perché si cercando i capi che compongono un outfit specifico… Negozi Pellizzari: tutto lo stile e la moda delle grandi firme, in un solo store Potrete dunque capire, poste queste premesse, quanto io sia stata felice di passare il pomeriggio tra gli scaffali di Negozi Pellizzari, lo store che vanta le firme più cool tra le sue proposte, una catena che potete trovare in numerosi centri commerciali in tutta Italia (tutti questi). Io mi sono rifugiata in quello de Il Centro di Arese, ad esempio. Le scarpe di Marella, gli abiti di Patrizia Pepe, i jeans di Armani, gli accessori di Guess e tanto altro ancora… ci vuole mezza giornata …

Porsche Design. L’eleganza del minimal.

Linee semplici, pochi colori: l’essenza del gusto minimal si riassume così. I dettagli sono davvero pochi, ma curatissimi. L’occhio viene accompagnato ad apprezzare l’insieme delle forme, non viene sovraccaricato da troppe informazioni visive che lo distraggono e stancano. A me piace moltissimo, lo sappiamo, ma se questo mood è riuscito a colpire anche Daniele, che è più amante di ciò che è sgargiante ed esteticamente “pieno”, significa che non si tratta più solamente di begli oggetti. Infatti ci troviamo niente meno che da Porsche, nell’elegante showroom di via della Spiga, ad ammirare gli Iconic Pieces creati dal loro centro stile, che si occupa di tutti i loro prodotti di design. Una parentesi di estremo lusso durante il nostro FuoriSalone. Il mio look Kaftano by Bkib Fotografie a cura di Micol Uberti

Coccole di San Valentino

Tutti ne parlano, alcuni lo amano, altri lo odiano, io me lo mangio: San Valentino, in ogni caso, non passa di certo inosservato! Anzi, in un certo senso si potrebbe anche dire che colpisce senza dubbio allo stomaco. Soprattutto se si cena da Cappuccini Resort, dove lo chef PierCarlo Zanotti ha ideato un menù di tutto rispetto dove sapori delicati e dolci si alternano ad altri più decisi e d’impatto, perché l’amore in fondo è un po’ così: ti coccola e ti colpisce. Trovate il menù completo QUI! Fotografie a cura di Micol Uberti

Vostra maestà il Chester Moon

E’ lui il simbolo di un brand di design che adoro, è lui l’icona della loro eleganza, è lui che vi ruba prepotente gli occhi quando varcate la soglia dello showroom Baxter: il chester moon sofa, così assurdamente di classe che direste quasi che è banale, tutto composto e austero nelle sue linee minimal e nella sua tinta monocromatica. E allora vi allontanerete un attimo da lui, per vedere gli altri pezzi esposti, ma con lo sguardo lo cercherete ancora, da qualche metro di distanza, per poi tornare e toccarlo, provarlo, sprofondarci dentro e infine giurargli amore eterno. Se vi sembra una dichiarazione d’amore troppo ostentata, allora significa che non conoscete ancora Baxter, perciò mi pare d’obbligo vestire i panni della portatrice di conoscenza e fare le dovute presentazioni. Certo, non c’è solo lui da vedere, ma un’ampia gamma che riesce a differenziarsi con maestria pur rimanendo sempre fedele a se stessa, ed ora ve ne darò la prova. Ma prima vorrei farvi una premessa. Sì, perché dovete essere consapevoli che state per entrare in …